Fotovoltaico 2017-05-04T17:52:49+00:00

Progettazione, installazione, collaudo e certificazione

EQUA progetta e costruisce, collauda e certifica impianti solari fotovoltaici di un’ampia gamma di potenze e tipologia leggi ; si occupa inoltre di gestire la richiesta degli incentivi leggi, il regime di scambio/vendita dell’energia e, se richiesta, la regolarizzazione fiscale presso l’U.T.F. leggi Il fotovoltaico conviene
EQUA svolge attività specifica di progettazione e di svolgimento pratiche per la realizzazione di impianti solari fotovoltaici. Ci rivolgiamo a costruttori ed installatori che desiderano essere supportati in queste complesse ed articolate attività burocratiche. leggi
Qualsiasi sia la tua necessità e qualsiasi sia il tipo di tetto o superficie da ricoprire, noi abbiamo la soluzione, perchè l’abbiamo già fatto! leggi
Per vedere alcuni impianti realizzati da noi vai alla pagina delle referenze.
Un impianto fotovoltaico è ora conveniente anche senza incentivo, leggi, infatti produrrà energia elettrica per i prossimi 25 anni almeno, a costo fisso e predeterminato, senza subire continui aumento di costo[ritaglio] in sostanza è stata ormai raggiunta la grid parity.

Sicurezza

EQUA Srl fa della sicurezza dei propri clienti e lavoratori una priorità. In collaborazione con L’isola che c’e’ e l’università dell’insubria ha preparato e pubblicato la guida: “La sicurezza nell’ installazione degli Impianti Fotovoltaici, Guida per proprietari e installatori, insieme per un lavoro sicuro.” visualizza e scaricala qui.

Come funziona e quanto produce un impianto fotovoltaico

schema di funzionamento della produzione fotovoltaico

Il sistema fotovoltaico funziona in modo completamente automatico:

utilizzando le radiazioni solari incidenti sulla terra che valgono circa 1000 W/m2 in condizioni “standard” di buona insolazione, grazie ai particolari materiali semiconduttori, quali ad esempio il silicio, l’energia contenuta nei raggi luminosi viene convertita direttamente in energia elettrica, dalle così dette celle fotovoltaiche. Più celle collegate insieme formano un pannello solare fotovoltaico. Con piu’ pannelli fotovoltaici si costruisce una stringa e con piu’ stringhe si costruisce un impianto solare vedi

una volta raggiunta la soglia minima di irraggiamento solare, i moduli producono energia e il convertitire si attiva adattandola all’uso domestico, con l’inseguimento automatico del punto di massima potenza erogabile dai moduli.

L’energia prodotta viene immessa nell’impianto elettrico dell’edificio e consumata dagli utilizzatori.
La parte di energia prodotta che eccede il consumo passa poi alla rete di distribuzione.

I due contatori installati a cura del gestore di rete di distribuzione provvederanno a tener conto dei flussi energetici, in prelievo ed in immissione.

Il convertitore statico effettuerà la memorizzazione dei dati di produzione che possono essere eventualmente scaricati su un personal computer per mezzo dell’interfaccia per la diagnostica.

Tramite il portale di monitoraggio remoto è possibile verificare la produzione permette la verifica del corretto funzionamento del sistema e la memorizzazione e visualizzazione delle statistiche sul funzionamento dell’impianto.

producibilità in funzione al posizionamento dei moduli

Produzione in base al posizionamento dei moduli:
La produzione dei pannelli fotovoltaici dipende all’esposizione di essi rispetto al sole.

Come illustrato nell’immagine, la posizione più favorevole per i moduli, è verso sud con un’inclinazione di 30° da terra, ma si ha un livello di produzione molto alto anche posizionandoli con inclinazione inferiore.

Con l’esposizione est-ovest la produzione si riduce del 10% circa.

stima di producibilità impianto FV grafico

Riportato esempio di impianto da 3kWp nel nord Italia.

stima di producibilità impianto FV tabella

Stima di producibilità in base alla stagione:

Oltre che alla loro posizione, la produzione dei pannelli fotovoltaici dipende anche dal periodo dell’anno. Ovviamente, nei mesi in cui il clima è più favorevole, quali maggio, giugno, luglio e agosto, la produzione di energia sarà più alta.

Invece nei mesi più freddi, quali dicembre, gennaio e febbraio, la produzione sarà più bassa in quanto il  sole è presente per un numero inferiore di ore ed è più basso nel cielo che è spesso coperto.

Riportato esempio di impianto da 3kWp nel nord Italia.

I vantaggi del fotovoltaico

ENERGIA PULITA: con il fotovoltaico riduci l’emissione di anidride carbonica, principale causa dell’effetto serra

INVESTIMENTO VANTAGGIOSO: con un impianto fotovoltaico il tuo immobile aumenterà notevolmente di valore

RISPARMIO: da subito genera risparmio in bolletta, assicurando inoltre un prezzo fisso per l’energia per almeno 25 anni

AGEVOLAZIONE FISCALE: con un impianto fotovoltaico si gode di detrazione del 50% spalmata in 10 rate annuali di uguale importo, quindi, dopo 10 anni vi sarà restituito metà del costo dell’impianto compreso di IVA

SCELTA ETICA RESPONSABILE: usando l’energia solare contribuirai a diminuire la dipendenza dall’estero del nostro paese e a ridurre lo sfruttamento di risorse naturali di molti paesi

AUTOCONSUMO: utilizzo dell’energia elettrica generata dal proprio impianto nell’istante in cui viene prodotta

SCAMBIO SUL POSTO: vendi l’energia che produci e non utilizzi al GSE

Impianto superiore ai 20 KW: ufficio tecnico di finanza

L’energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico superiore a 20kw rientra nel campo di applicazione del regime fiscale vigente sull’energia elettrica (regolato dal Titolo II del Testo Unico approvato con D.L.vo. 26/10/1995, n. 504, modificato dal D.L.vo 2 febbraio 2007 n. 26 per ciò che concerne l’accisa e dall’articolo 6 del D.L. 28/11/1988, n. 511, convertito con modificazioni dalla legge 27/1/1989, n. 20, da ultimo modificato dall’articolo 5 del medesimo D.L.vo 26/07, per ciò che concerne l’addizionale comunale e provinciale). Pertanto, ai sensi dell’art. 53 del citato Testo Unico, il soggetto che intende esercitare tale officina di produzione (per uso proprio) deve farne denuncia all’Ufficio delle dogane, competente per territorio, che esegue la verifica dell’impianto e rilascia la licenza di esercizio, soggetta al pagamento di un diritto annuale nella misura indicata dall’art. 63, comma 3, del Testo Unico. Nel caso invece che il soggetto intenda esercitare un’officina di produzione a scopo commerciale, in luogo della denuncia è prevista, ai sensi dell’art. 53 bis, la comunicazione al medesimo Ufficio, salvo che non vi siano consumi per usi propri dello stesso produttore ancorchè esenti. Il suddetto Ufficio, al quale richiedere la modulistica, potrà determinare, in relazione al tipo di impianto ed all’utilizzo dell’energia elettrica, le modalità di pagamento, se dovuto, e gli adempimenti connessi. Fermo restando che l’accisa e l’addizionale sono dovute sia se l’energia elettrica viene fornita al consumatore finale e sia se viene consumata dallo stesso produttore. In via generale, si fa presente che le aliquote dell’imposta sono riportate nell’Allegato I al Testo Unico, le agevolazioni sono elencate nell’art. 52, sempre del Testo Unico. Le aliquote e le agevolazioni vigenti per l’addizionale comunale e provinciale sono indicate nel citato art. 6 del D.L. 511/1988. Per ulteriori chiarimenti, è opportuno contattare l’Ufficio delle dogane territorialmente competente. Leggi Per impianti fotovoltaici con scambio sul posto o qualsiasi altra forma di autoconsumo, di potenza superiore a 20kW, per cui è stato quindi necessario aprire una “officina elettrica”, è obbligatoria la comunicazione annuale dei dati di produzione e autoconsumo all’Agenzia delle Entrate leggi. EQUA srl gestisce la pratica telematica necessaria alla comunicazione annuale dei dati di produzione e autoconsumo all’Agenzia delle Entrate. Gestisce la pratica dalla richiesta di connessione con contatori certificati UTF alla redazione e controllo del buon esito della comunicazione.