Hai già effettuato la manutenzione del tuo impianto fotovoltaico?

2017-04-07_Manutenzione_FV_Mailing

EQUA srl è a tua disposizione per effettuare la manutenzione e la pulizia del tuo impianto, il controllo del corretto funzionamento delle protezioni, che la produzione sia quella attesa e che i moduli siano in perfette condizioni e ben fissi alle strutture.

Verifica periodica SPI – tramite Autotest o cassetta rele.

In arrivo sanzioni e/o conseguenze per chi non effettua i controlli.

Come altre volte da noi comunicato, ricordiamo ancora che, come indicato nel Regolamento di Esercizio degli impianti fotovoltaici, solitamente riportato allo specifico art. 4. Manutenzione, adeguamento impiantistico, verifiche e disservizi, il produttore si deve impegnare ad eseguire, nel rispetto della normativa anche tecnica vigente, i controlli periodici necessari ed una corretta manutenzione impianto degli stessi. (…). In particolare il Produttore si impegna a mantenere efficiente il Sistema di Protezione d’Interfaccia (SPI) ed a verificarne la funzionalità e la rispondenza anche a quanto richiesto da Enel relativamente alla regolazione delle soglie d’intervento con una verifica preliminare all’attivazione della connessione e, successivamente, mediante controlli da effettuare con una cadenza periodica non superiore a 3 anni (il periodo qui indicato potrebbe variare da impianto; vi invitamo a verificare il vostro specifico Regolamento di Esercizio).

Fino ad oggi non tutti si sono preoccupati di eseguire i test di verifica. Ora però sono preveiste conseguenze per chi non esegue i controlli.

E’ stata infatti pubblicata il 22 dicembre 2016 la nuova delibera dell’AEEG 786/16 riguardante “Tempistiche per l’applicazione delle nuove disposizioni previste dalla Norma CEI 0-16 e dalla nuova edizione della Norma CEI 0-21, relative agli inverter, ai sistemi di protezione di interfaccia e alle prove per i sistemi di accumulo” (in allegato il testo delle Delibera).

Tale Delibera ora dunque individua delle conseguenze per chi non esegue i controlli previsti:

viene infatti definito che le verifiche dovranno essere eseguite:

  • con cassetta prova relè per le SPI esterne agli inverter e l’evidenza dell’avvenuto controllo dovrà essere inviata all’’Ente Distributore per via elettronica (Portale).

  • mediante autotest per le SPI interne agli inverter, e i risultati dovranno essere conservati a cura dell’utente

le FAQ recentemente pubblicate da CEI specificano inoltre che:

  • I titolari degli impianti di produzione in esercizio e connessi alle reti (con impianti di produzione > 11,08 kW e SPI esterno) devono eseguire le prove su SPI con cassetta di prova ogni 5 anni ed inviare i risultati al Distributore.

  • I titolari degli impianti di produzione in esercizio e connessi alle reti di potenza fino a 11,08 kW, o con SPI integrato, devono eseguire le prove sul SPI tramite autotest ogni anno e riportarle su apposito registro, senza inviare i risultati al Distributore.

La Delibera impone che il GSE, a seguito della notifica dell’’Ente Distributore (es. E-Distibuzione) della mancata verifica, sospenda l’’incentivo, lo Scambio sul posto o Ritiro dedicato fino al ricevimento della verifica. Il Distributore, trascorsi due mesi a seguito di un eventuale secondo avviso, ha la facoltà di scollegare l’’impianto fotovoltaico.

La delibera prevede che le prime verifiche siano effettuate secondo seguenti scadenze:

nel caso di impianti connessi in media o bassa tensione prima del 31/12/2009:

Verifica da eseguire entro l’’ultima data tra:

– 30/09/2017

– 5 anni dall’’ultima verifica documentata (effettuata prima del 23/12/2016)

Impianti connessi in media o bassa tensione tra il 01/01/2010 ed 30/6/2012:

Verifica da eseguire entro l’’ultima data tra:

– 31/12/2017

– 5 anni dall’’ultima verifica documentata (effettuata prima del 23/12/2016)

Impianti connessi in media o bassa tensione tra il 01/07/2012 ed 31/7/2016:

Verifica da eseguire entro l’’ultima data tra:

– 31/03/2018

– 5 anni dall’’entrata in esercizio

– 5 anni dall’’ultima verifica documentata (effettuata prima del 23/12/2016)

Sulla base di quanto qui indicato, vi invitiamo dunque a verificare la situazione del vostro impianto e quindi a programmare i necessari controlli. Precisiamo che la verifica tramite cassetta prova relè deve essere necessariamente effettuata da laboratorio autorizzato, mentre la prova con Autotest può essere effettuata direttamente dal produttore.

Clicca qui per mandare una mail e fissare un appuntamento, oppure chiamaci al 031 220511

2017-05-04T17:52:50+00:00